Seleziona una pagina

Marketing per il tuo brand: come scegliere il partner giusto?

Agenzia marketing o gestione fornitori interna? Alcune considerazioni ti aiuteranno a decidere.

Esigenze di bilancio a breve termine, cambi al vertice nel reparto marketing, lancio di nuovi prodotti: queste sono alcune situazioni tipiche che inducono un’azienda inserita nella sports industry a ricercare una nuova agenzia (o diversi partner creativi) a cui affidare le loro campagne. Attenzione però! Il senso di urgenza che spesso accompagna le decisioni dei manager può trasformare un’opportunità in un rischio.

Agenzie Marketing, le insidie per il tuo business sono diverse:

  • Può capitare di affidarsi a realtà che, per quanto talentuose, non vadano incontro alle reali necessità del tuo brand. Potrebbero ad esempio risultare sotto o sovradimensionate. Potrebbero anche dimostrare di non essere sufficientemente specializzate per supportare la tua campagna.
  • Potresti firmare un contratto non avendo chiari i passaggi corretti per raggiungere i tuoi obiettivi di marketing.
  • Può capitare di percorrere la via del risparmio, scegliendo di gestire “in house” la fase strategica e la gestione di più fornitori. Salvo poi trovarsi in difficoltà su tempistiche o competenze.

Ne abbiamo viste tante, sappiamo quindi che affrontare un nuovo progetto di marketing non è mai semplice per le aziende. Proprio per questo, ancor prima di iniziare i colloqui per reclutare i creativi più adatti, crediamo che per un manager sia fondamentale mettere in atto un serio lavoro di pianificazione. Sviluppare una struttura portante su cui poggiare le basi del tuo brand o di una nuova campagna advertising ti consentirà di essere più efficiente nella gestione dei partner che ti affiancheranno.

Chiediti questo:

  1. Che obiettivo devo raggiungere?
  2. Quali sono i punti di forza del mio business? In cosa penso che possa essere carente?
  3. A quanto ammonta il budget che posso investire in questo progetto?
  4. Che figura incaricherò di gestire il rapporto con i partner creativi esterni all’azienda?

Una volta definiti al meglio i contorni dell’azione da mettere in atto avrai in mano gli strumenti per comunicare ad altri la tua idea strategica. Ti consigliamo di fissarli redigendo un brief di progetto, documento che ti tornerà utile nel momento in cui dovrai spiegare cos’hai in mente. La nostra esperienza dice che i clienti in grado di sottoporre un brief ben curato hanno una percentuale nettamente maggiore di successo. In seguito alla produzione del brief arriverà per te il momento di iniziare la ricerca dei fornitori più adatti al tuo modello di business. Da questo punto di vista il mercato ti verrà in aiuto, proponendo realtà molto diverse. Tra loro potrai sicuramente individuare le più interessanti.

Ti accorgerai di avere davanti due strade:

  • Potrai scegliere di gestire in autonomia diversi fornitori.
  • Sarà possibile decidere di affidarti ad un partner unico.

Meglio quindi affidarsi a un’agenzia multidisciplinare oppure selezionare autonomamente i fornitori?

Non esiste una scelta giusta e una sbagliata in assoluto. Piuttosto dovrai capire qual è la decisione più corretta per il bene della tua azienda. Se l’azione di marketing che intendi mettere in atto prevede uno sviluppo limitato (se ad esempio vuoi semplicemente realizzare un reportage fotografico in azienda) avrebbe poco senso coinvolgere un’agenzia. In un caso simile a quello indicato sarà più semplice per te selezionare un bravo fotografo.

Cosa succede invece quando l’azione che hai in mente è più strutturata?

Poniamo che il tuo obiettivo sia quello di riposizionare un certo marchio in una diversa fascia di mercato. Ipotizziamo che tu, produttore di biciclette, abbia deciso di lanciare una linea di abbigliamento tecnico. In questo caso i task da mettere in atto assumeranno una connotazione molto più ampia. Avrai bisogno di una strategia per comunicare al meglio il tuo ingresso nel nuovo segmento merceologico, ma non solo. Ti dovrai circondare di molteplici talenti specializzati in tutti i servizi di cui sarà necessario usufruire per la buona riuscita della campagna.

  • Il fotografo che si occuperà di lookbook in studio sarà probabilmente affiancato da un secondo professionista in grado di dare il meglio sulla produzione di immagini outdoor.
  • Potresti considerare importante realizzare un’integrazione del tuo sito web.
  • Sarà bene sviluppare un concept di advertising che possa stimolare il tuo pubblico.

Stiamo facendo una piccola semplificazione, certo. Il punto è che, in caso di attività di marketing articolate, scegliere un’unico studio multidisciplinare ti permetterà di portare avanti differenti task necessari alla riuscita del tuo business. Potrai assegnare compiti diversi ad un singolo partner, che si occuperà di selezionare e dirigere per te i creativi più adatti. Le agenzie come Albertdesign possono infatti contare su reti di collaboratori opzionabili di volta in volta. Questi sono un valido supporto in specifiche aree di intervento. Professionisti come fotografi, videomakers, copywriters interagiscono direttamente con i creativi in studio al fine di sviluppare al meglio i tuoi progetti. Il risultato è che potrai contare su un team di lavoro altamente personalizzato.

Come puoi immaginare, affidare la tua campagna ad una regia professionale di questo tipo consente al manager un risparmio di tempo e di budget. Soprattutto ti consente di assicurarti che i diversi aspetti creativi in gioco risultino ben interconnessi. Significa in definitiva riuscire a parlare al mercato con un tono di voce ben definito.

In conclusione

Come selezionare il partner per sviluppare il marketing del tuo brand? Il percorso è articolato, ma come abbiamo visto potrai avere maggiori chances di fare la scelta giusta se stabilirai un quadro chiaro dei tuoi obiettivi. Con un brief adeguato e con in testa un budget di investimento potrai chiedere un preventivo a diverse realtà. Non fare l’errore di mettere al primo posto il prezzo più basso. Ricorda che, come sicuramente accade anche nel tuo business, potrai sempre trovare realtà che vanno sul mercato a prezzi stracciati. Chiediti piuttosto come vuoi che la tua azienda sia percepita all’esterno. Chiediti cosa entusiasma il pubblico che vuoi stimolare con le tue campagne. Cerca infine di comparare le tue aspettative al reale valore del progetto che ti viene proposto. Solo così potrai iniziare con il piede giusto la tua azione di marketing.